SINDROME DELLO STRETTO TORACICO SUPERIORE

SINDROME DELLO STRETTO TORACICO SUPERIORE

Si parla di sindrome dello stretto toracico superiore poiché possono esserci diverse strutture che vanno a creare delle interferenze nel passaggio del fascio vascolo-nervoso, andando a creare un potenziale rallentamento del drenaggio o della perfusione dell’arto superiore.
Le strutture interessate sono:
- Scaleno anteriore
- Costa e clavicola
- Piccolo pettorale
- Costa accessoria

Il paziente di solito ha un età compresa tra i 30 e i 40 anni, e ha subito un trauma o microtraumi al collo, come anche i colpi di frusta.

Che sintomi presenta il paziente?

+++ Vascolari: principalmente a carico del sistema venoso.
-tumefazioni o gonfiori al braccio o alla mano;
-colorazione bluastra alla mano (anche se rara);
-sensazione di pesantezza alla mano  può portare ad incordinazione della mano
-massa pulsante sopra la clavicola con sensazioni di pesantezza e gonfiore in questa area
-sensazione di fastidio alla regione del collo e della spalla che aumentano di notte
-facile stanchezza alla mano e\o al braccio;

+++ Neurologici:
-parestesie lungo il 4° e 5° dito e bordo mediale dell’avambraccio.
-debolezza muscolare ai movimenti della mano
-difficoltà a compiere movimenti fini e coordinati della mano  perdita sensibilità più fine nel compiere movimenti fini
-crampi muscolari all’avambraccio, soprattutto con azioni sopra la testa
-dolore braccio e\o mano
-intorpidimento e\o formicolio (pizzicore) al collo, spalla, braccio e mano.

!!! Trattamento !!!
- Migliorare la respirazione (diminuendo la respirazione accessoria) e le posture mantenute (lavoro/hobby/sport)

Trattamento osteopatico
Agire sulla struttura che ha mostrato positività durante i test (scaleni, costa, piccolo pettorale)
Disfunzioni somatiche della dorsale alta e cervicale
Strutture stretto toracico superiore
Coste, torace, vertebre